postheadericon Gruppi

 

Gruppi per genitori

Crescere per aiutare a crescere


Si sente dire che quello del genitore è il mestiere più difficile del mondo e che nessuno lo può insegnare. Ognuno ha così l'impressione di doverlo imparare in solitudine, sulla base di tentativi, ma anche, inevitabilmente, di errori.

I comportamenti, le domande e le difficoltà dei figli spesso mettono in crisi la capacità dei genitori di fornire risposte adeguate.
Un grande aiuto nel difficile compito educativo può avvenire dallo scambio di esperienze con altri genitori.

La metodologia del piccolo gruppo, coordinato da un conduttore, offre grandi possibilità per confrontarsi anche con la prospettiva altrui, favorendo la comprensione delle proprie risorse, dei propri punti di forza e dei propri limiti.

Le tecniche impiegate spaziano dall'ascolto attivo ai giochi di ruolo, all'approfondimento di concetti chiave, al problem solving, alla discussione in piccolo gruppo ecc.

Vengono inoltre proposti esercizi sulla comunicazione e sulla risoluzione dei conflitti.

 

 

Gruppi di parola

Per i bambini che hanno i genitori separati


Il Gruppo di Parola è un luogo e un tempo, 4 incontri di due ore ciascuno a cadenza settimanale, in cui viene offerto ai bambini, che hanno i genitori separati o divorziati, la possibilità di parlare liberamente della separazione dei loro genitori.  E di essere ascoltati.  Di esprimere sentimenti, emozioni, dubbi, domande e di condividerli in un gruppo di pari, con un conduttore esperto.
All'ultima ore del 4° incontro vi partecipano tutti insieme, genitori e figli.


Le tecniche utilizzate sono specifiche per l'età (da 6 a 12 anni e da 13 a 17 anni):  il gioco, il disegno, il collage, la costruzione di storie, la rappresentazione teatrale, ecc..


Molti studi sottolineano il forte bisogno dei bambini e dei ragazzi di ricevere spiegazioni, di poter fare domande e ottenere tutti i chiarimenti necessari per la loro serenità quando i genitori si separano.
E il bisogno di poter dire tutto il loro amore per i genitori e di come entrambi rimangono le persone più importanti per i figli, anche dopo la separazione.


Il Gruppo di Parola è stato avviato per la prima volta in Italia nel 2005 presso il Servizio di Psicologia per  la coppia e la famiglia dell'Università Cattolica di Milano, successivamente ad esperienze già realizzate in Canada e in Francia con il nome di Groupes confidences dalle mediatrici familiari  Lorain Fillion e Marie Simon.


Studi recenti ci dicono che gli effetti della separazione sui figli, anche se non si manifestano a breve termine, sono quasi sempre visibili a lungo termine con manifestazioni di ansia, bassa autostima, tendenza alla depressione.
Queste conseguenze possono essere evitate se il dolore e il senso di perdita vengono  ben elaborati, e vengono trovati i modi per vivere in armonia con tutti e due i genitori.

 

"""""""""""""""""""""""""""""""


Gruppi per genitori separati
L'intento è quello di creare occasioni di incontro,riflessione e sostegno
per confrontarsi sull'esperienza della separazione,
della relazione genitori e figli,
del rapporto con l'ex partner.


Ma c'è una risorsa in più quando i genitori si separano:  i nonni.
Affinché i nonni e le nonne possano essere concretamente una risorsa, è utile che trovino un luogo e uno spazio dove poter elaborare i faticosi cambiamenti che stanno anche loro attraversando.

Perché un gruppo per i nonni e le nonne?
I nonni costituiscono un riferimento importante per i genitori e per i bambini nella fase della separazione coniugale e possono essere di supporto affettivo e organizzativo.
Il gruppo ha la finalità di diventare il luogo in cui si possono avere informazioni sui propri diritti e come poter essere utili, e anche spazio di confronto e di sostegno vicendevole.